Studio Verde e Paesaggio

Les Journée des Plantes de Chantilly 2017

19 – 21 maggio 2017. Carla Testori in Francia, nel parco del Domaine de Chantilly per l’edizione primaverile del prestigioso evento “Journées des Plantes de Chantilly” e progetta per Orticolario “Riflessi”, che si aggiudica il riconoscimento “Nastro d’oro”. L’installazione: un insolito giardino formale in cui una visione contemporanea scompone e ricompone le geometrie e l’ordine concettuale del quadrato tra le chiome delle azalee satsuki. Giochi prospettici e specchi trasformano e amplificano la percezione degli spazi circondati da maestosi cipressi calvi e dal suggestivo Lago dei Cigni, impreziosito per l’occasione da giardini acquatici galleggianti. Al centro del giardino il quadrato si trasforma, è tridimensionale: una struttura in acciaio satinato, un cubo senza pareti. Solo i profili ne delimitano i confini, come fosse disegnato. Un soffitto a specchio, dove si apre una finestra sul cielo, lo trasforma in luogo di meditazione. Quel cielo in cui si trovano le chiavi invisibili per il giardino e per la terra, e che qui è catturato e riflesso in una vasca colma d’acqua ferma, posta al centro della struttura. E così le geometrie, simboli di perfezione terrestre, l’acqua e i colori del cielo, delle foglie, degli alberi, … si fondono in un luogo di ‘riflessi’one, dove ritrovare se stessi e contemplare la natura circostante. “Riflessi” è giardino e contemplazione, custode dell’incontro e del dialogo fra natura e uomo. Con le Azalee satsuki della Compagnia del Lago Maggiore, i Giardini acquatici galleggianti di Water Nursery e l’acciaio di Francesco Mazzola. Ph. Luciano Movio

 

Chiudi

Les Journée des Plantes de Chantilly 2016

13-15 maggio 2016. Orticolario vola in Francia con Carla Testori che progetta “La chambre décoiffée” per l’edizione primaverile del prestigioso evento florovivaistico “Les Journée des Plantes de Chantilly”, a nord di Parigi. Un’onda di spettinate tuie sconvolge i confini e dal parco invade un’elegante “stanza vetrata” in cui vaporose spiree si insinuano nel blu e nell’azzurro delle campanule. Nell’aria il profumo di fragoline di bosco invita all’assaggio di golose proposte che interpretano e raccontano il tema di “Les Journées des Plantes”: “Le Jardin gourmand” (Il giardino goloso). Un guardiano d’eccellenza, la grande betulla, controlla dall’alto “La chambre décoiffée” avvolta dalla nebbia che plasma luci e ombre. “La chambre décoiffée” vince la menzione speciale del Comitato di Selezione “Autour du Jardin” per il fascino dell’installazione.

Altre info su: orticolario.it

 

Chiudi

Orticolario 2015

A Orticolario 2015 (2-4 ottobre 2015, Villa Erba, Lago di Como) Carla Testori coordina gli studenti della Fondazione Minoprio e la realizzazione del progetto “Contagiare bellezza” nel Padiglione Centrale firmato Vittorio Peretto. Un “racconto di paesaggio” che trae ispirazione dalla figura geometrica più ricorrente in natura: la spirale. Una linea continua legata al concetto di infinita espansione. Eleganti e longilinei alberi di una cipressaia ritmano lo spazio, accompagnando i passi su materiali diversi. Lungo il percorso… piante mediterranee tappezzanti ed arbustive invitano al continuo contatto con le loro chiome. Al viaggio tattile si alterna il vivace gioco cromatico di vaporose ortensie. Una sinfonia di colori e forme punteggiata da violini leggeri come foglie, nell’universalità di linguaggio che accomuna musica e botanica. Info: orticolario.it

 

Chiudi

Orticolario 2014 – C-Orto Circuito

Realizzazione – durante Orticolario 2014 – dello spazio di “C-Orto Circuito”, Associazione del territorio comasco che mette in stretta connessione i produttori e i consumatori. Nello spazio l’inserimento di un vero ultraleggero…

 

Chiudi

Orticolario 2014 – Hobbi-T Garden

“Imparo Giocando/Gioco Imparando. Percorso ludico conoscitivo del 4° senso”.
Realizzazione di uno spazio circolare delimitato da siepi e steccati e caratterizzato dalla presenza di elementi vegetali e strutturali semplici ma curati. Una sperimentazione di un verde agricolo guidata dai profumi e dagli odori della campagna e dei suoi prodotti, ad uso ludico e didattico con un pizzico di magia.
Scelta compositiva: “la linea retta non esiste. Curve aperte…”. Dimensioni Hobbit:  = a misura di bambino ma NO giardino “nano”. Utilizzo di elementi strutturali “recuperati” e riutilizzabili, nella caratteristica degli allestimenti di Carla Testori destinati ad essere riposizionati in spazi pubblici e sociali.
Citazioni: “Il popolo degli Hobbit, amante della pace, della calma e della terra ben coltivata, il suo asilo preferito è una campagna scrupolosamente ordinata e curata”. “In un buco nel terreno viveva uno Hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima”. J. R. R. Tolkien
“Hobbi-T Garden” è stato selezionato al Secondo Concorso Internazionale Giardini Creativi – Orticolario, Cernobbio (Co), Villa Erba, dal 3 al 5 ottobre 2014, per il Premio “La Foglia d’oro del Lago di Como”.
Durante la manifestazione Hobbi-T Garden è stato un vero e proprio spazio onirico, da fiaba. Per questa caratteristica sono stati girati video e realizzati servizi fotografici al suo interno.
> Planimetria progetto (.pdf) > Altre info su Orticolario. Per un giardinaggio evoluto

 

Chiudi

Orticolario 2013 – C-Orto Circuito

Realizzazione – durante Orticolario 2013 (Villa Erba, Cernobbio) – dello spazio “C-Orto Bus” per “C-Orto Circuito”, Associazione del territorio comasco che mette in stretta connessione i produttori e i consumatori. Mangiare sano e bio a “chilometro zero”…

All’interno dello spazio allestito nel parco di Villa Erba… l’inserimento di un bus di linea vintage, sul quale i visitatori erano invitati a salire, per scegliere i prodotti esposti.

“Far entrare un vecchio bus a Orticolario è stata pura follia! E allestirlo è stato bello…” Carla Testori

 

Chiudi

Orticolario 2013 – Orto è benessere

Il giardino “Orto è Benessere. L’orto giardino terapeutico sociale, con tutti per tutti” Studio Verde e Paesaggio. Tra i finalisti al Primo Concorso Internazionale “Giardini Creativi” a Orticolario, manifestazione dedicata al giardinaggio evoluto che si svolge annualmente a Villa Erba, sul Lago di Como. Con questo progetto Carla Testori vince la Menzione Speciale “Colpo di cuore” per la qualità delle piante e per la spiccata funzione sociale dell’allestimento. Il progetto: Area destinata a fruizione ricreativa, laboratoriale e microproduttiva. Bella da vedere, da sentire, da odorare, da toccare e gustare. Sottintende il valore del lavoro e delle stagioni. Realizzata per tutti e con la collaborazione di tutti senza barriere sociali tra diverse abilità, tra chi impara e insegna, tra chi semina e chi raccoglie. Un progetto in collaborazione con i Servizi Sociosanitari, cooperative sociali e aziende private. Saranno gli stessi realizzatori a presentarla ai visitatori, proponendo laboratori in campo e momenti di informazione sulla Ortoterapia. “Orto è benessere” è stato collocato presso la Cooperativa Sociale “Il Seme” di Rebbio (Co) e presso l’“Orto del sole” della Casa di riposo di Bregnano (Co): la continuazione del concetto di Giardinaggio Evoluto oltre i limiti del tempo e dello spazio…

 

Chiudi

Orticolario 2012 – C-orto Circuito

Realizzazione – durante Orticolario 2012 (Villa Erba, Cernobbio) – dello spazio “C-Orto Circuito”, Associazione del territorio comasco che mette in stretta connessione i produttori e i consumatori. Mangiare sano e bio a “chilometro zero”…

Con questo progetto Studio Verde e Paesaggio vince il Premio “Miglior allestimento stand non vivaista”

“Ci ho messo anima e cuore per far conoscere C-Orto Circuito. La particolarità dell’illuminazione dell’intero spazio: la ‘Peperluce’. Ho ideato e realizzato le luci con peperoni freschi verdi e rossi“
Carla Testori

 

Chiudi

Corporate Gardens – 2012

Studio Verde e Paesaggio è stato contattato per la progettazione di un Corporate Garden di un’importante azienda di Meda. Il Corporate Garden, ovvero l’orto da ufficio, è utile per migliorare umore, armonia e produttività dei team di lavoro di grandi aziende.

“Peccato che il progetto, nonostante la soddisfazione della committenza, non sia stato mai realizzato!”
Carla Testori

> Planimetria con funzioni (.pdf)

 

Chiudi

Healing Gardens – Attraversa-menti – 2011

Il Progetto ATTRAVERSA-MENTI nasce a metà del 2008 dall’esigenza di voler dare agli utenti del Servizio della Struttura di Appiano Gentile (Co), Asvap8 (Associazione dei Famigliari) la possibilità di aprire lo sguardo oltre le difficoltà e il dolore, partendo dalla visione e dall’uso di uno spazio che meritasse di essere vissuto e gestito con responsabilità ed entusiasmo.

Studio Verde e Paesaggio, con questo progetto, ha partecipato al programma innovativo “Un patto per la Salute Mentale: il ruolo centrale degli utenti” ed i particolare al Progetto “Dai luoghi di cura alla cura dei luoghi”, ottenendo dei finanziamenti che hanno permesso di realizzare una prima parte del Progetto.
È stato possibile così coinvolgere la Cooperativa IL SEME come partner diretto nella manutenzione del parco, nell’attuazione di un orto terapeutico con il supporto di un educatore giardiniere che supervisiona e insegna ad alcuni utenti che afferiscono alla Struttura il lavoro nel verde. Grazie a tale esperienza queste persone si stanno avvicinando sempre più al mondo del lavoro o hanno ottenuto un discreto benessere derivato dall’essere supportati nel loro impegno costante e concreto.

Un progetto forte da esportare come modello di integrazione tra territorio e disagio psichiatrico.
“Didattica dal fare al sapere, spazi ricreativi idonei per la tipologia di utenza e integrati col territorio. La diversità esiste, i problemi psichiatrici esistono, ma far finta di nulla non aiuta”.
Carla Testori

> Planimetria (.pdf)

 

Chiudi

Giardino privato – Gironico (Co) – 2009

Studio Verde e Paesaggio è stato contattato per una consulenza in merito al giardino di una villa a Gironico (Co), realizzato poco tempo prima. Da qui è nata l’esigenza di un nuovo progetto.

Zona: panoramica

Esigenze del cliente: giardino dal sapore mediterraneo, da vedere dalle ampie vetrate della casa che davano sul giardino e che non chiudesse la vista sulle montagne.

Realizzazione: giardino ordinato pulito e di facile manutenzione nella zona piscina.
Sul retro: aiuole geometriche contenute in bande di acciaio.
Davanti: il giardino si integra bene con il paesaggio.
Rifatta la scala ingresso.

Elemento decorativo coprivista e fioriere in lamiera zincata sormontate da pannello frontale con specchiature, verniciati a polvere epossidica nelle tinte RAL di serie e posizionati lungo la rampa di accesso al garage.

“Grande soddisfazione nel vedere i clienti soddisfatti. Ci ho messo l’anima…”
Carla Testori

> Planimetria (.pdf)

 

Chiudi

P. Partecipata – Figino S. (Co) – 2008

Progettazione Partecipata per una Scuola Materna “Giardino dell’Infanzia San Carlo Borromeo” a Figino Serenza (Co)

Studio Verde e Paesaggio ha progettato e realizzato “I colori del verde”: un giardino ludico e didattico, un’aula all’aperto dove i bambini, attraverso la sperimentazione, imparano.
Ora questo luogo è un vero giardino per l’infanzia.

“Grazie Umberto (Ballabio) per avere creduto in questo progetto”
“Esperienza gratificante e coinvolgente”
Carla Testori

> Planimetria (.pdf)

 

Chiudi

Verde Pubblico – Venegono S. (Va) – 2007

Progetto di riqualificazione di Viale Giulio Cesare per il Comune di Venegono Superiore (Va).

Il coraggio di abbattere 60 platani esausti e pericolosi.
Il coraggio di presentare il progetto alla cittadinanza per coinvolgerla su ciò che accadeva.
La soddisfazione di aver ricreato un viale ripercorribile a piedi e un corridoio di unione tra Venegono Superiore e Venegono Inferiore.

“È stato bello lavorare con tecnici comunali lungimiranti”
Carla Testori

 

Chiudi

P. Partecipata – Uboldo (Va) – 2005

Progettazione Partecipata per la scuola Elementare di Uboldo (Va)

Come è possibile fare utilizzare dai ragazzi delle scuole elementari un giardino che è parte di un parco, ottemperando a tutte le indicazioni di sicurezza, senza creare barriere con il filo spinato?
“Ci sono riuscita!”

Il progetto:
La casetta sull’albero, anche se non è sull’albero, incontra le esigenze di sicurezza richieste dalla struttura e nello stesso tempo dà ai bambini l’opportunità di avere uno spazio protetto, di incontro e di relazione.
Il “gioco del gatto” rappresenta uno spazio sociale, didattico e di incontro. Sulle formelle in basaltina che lo compongono, ogni ragazzo ritrova una parte del proprio disegno realizzato durante il laboratorio a sorpresa sul tema “Il giardino scolastico che vorreste”.
La siepe didattica dedicata alle stagioni incornicia il giardino della scuola, integrandolo con il parco.

 

Chiudi

Giardino privato – Cermenate (Co) – 2005

In origine, l’intervento di Studio Verde e Paesaggio doveva essere relativo soltanto allo spostamento di una sughera. Ma il giardino di questa villa a Cermenate (Co) aveva bisogno di nuova vita…
Stato di fatto: giardino ben tenuto.
Mancava però di una corretta distribuzione degli spazi e delle funzioni.

Nuove esigenze del cliente: un giardino da vivere, per accogliere e dove organizzare ricevimenti.

Attraverso il progetto si è creato un gioco di prospettive e armonia di forme e colori.

 

Chiudi

Healing Gardens – Lomazzo (Co) – 2001

Con il progetto di riqualificazione “Risvegli” dell’area esterna della Casa Albergo di Lomazzo (Co), Studio Verde e Paesaggio ha lavorato sulle funzioni e sui luoghi del “vivere all’aria aperta”, con un’attenzione particolare allo studio del giardino per i malati di Alzheimer.
Il Progetto “Risvegli” ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale “Giardini e 2000”, Parco Fondazione Minoprio, Vertemate con Minoprio (Co)

“Solo chi ha vissuto l’esperienza di un proprio caro in casa di riposo sa cosa significa ricreare uno spazio familiare”
Carla Testori

 

Chiudi

Verde Pubblico – Como – 1999

Studio Verde e Paesaggio ha realizzato questo giardino voluto dall’Arca di Don Aldo Fortunato, realizzato dal Settore giardini (recupero tossicodipendenti) e sponsorizzato dalla ditta Panini.

Zona: davanti al lago, all’ingresso della passeggiata di Villa Olmo nella città di Como, ma luogo in degrado, in cui i senzatetto dormivano.
Spazio arioso con fascia protettiva sul fronte di Villa Panini.

Realizzazione: valorizzazione della pergola, percorso a onde che richiama il flusso del lago, il quale sembra entrare nel giardino.

Definito dalla stampa: “Il giardino degli innamorati”.

Manutenzione: perfetta sotto l’egida Panini.

“L’idea progettuale è nata mentre scendevo da una scala mobile di un supermercato. In quel momento ho avuto l’esigenza di fissarla sul primo pezzo di carta che avevo a disposizione: lo scontrino della spesa…”
Carla Testori

 

Chiudi

Verde Pubblico – Fino Mornasco (Co) – 1999

Un Progetto di riqualificazione dell’area verde fronte sagrato della Chiesa di S. Stefano a Fino Mornasco (Co), con il quale è stata ridata dignità e fruibilità alla piazza della chiesa.
Collaborazione con Gemma Costruzione Giardini: “Agostino Mariani è una bella persona”.

> Planimetria (.pdf)

 

Chiudi